Sito Ufficiale di Informazione Turistica della redazione locale di Piacenza

PIACENZA PATRIA DI VERDI

Curiosità
Ritratto di Giuseppe Verdi, Boldini, Wikicommons
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Piacenza patria di Verdi

Sebbene nato a Roncole di Busseto, il grande musicista ebbe sempre uno stretto legame con la città di Piacenza e il suo territorio, al punto da poterla definire “patria di verdi”. La sua famiglia era piacentina da almeno sei generazioni e la madre, Luigia Uttini, era originaria di Saliceto di Cadeo.
Nel 1848 si stabilì nella tenuta di S. Agata, nel comune di Villanova sull’Arda, sulla sponda piacentina dell’Ongina, dove tra il 1851 e il 1883 compose alcuni dei suoi più grandi capolavori: Rigoletto, Trovatore, La traviata, Aida, Otello.

Nella tenuta si occupò anche di giardinaggio. Ordinò fiori e piante e se ne prese cura nei periodi di permanenza presso Sant’Agata.

Verdi amministratore

Verdi, però, non fu attivo soltanto in campo musicale: amministratore del Comune di Villanova a cavallo tra il 1870 e il 1880 e membro del consiglio provinciale di Piacenza tra il 1889 e il 1890, finanziò interamente la fondazione dell’ospedale di Villanova, inaugurato nel 1888.

Alla sua morte stabilì che parte dei suoi fondi agrari andassero proprio all’ospedale e parte delle rendite, invece, fossero indirizzate all’asilo di Cortemaggiore. Stabilì anche che fossero distribuite 20 lire a cento poveri di Villanova il 10 novembre di ogni anno.

Scarica la brochure con l’itinerario verdiano

INDIRIZZO
Villa Verdi Sant'Agata
LOCALITA'
Piacenza