BETA VERSION

Sito Ufficiale di Informazione Turistica della redazione locale di Piacenza

Podenzano

Località

Podenzano (PC), Chiesa di San Germano, ph. Patrizia Oropallo

CC BY-SA 3.0
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Podenzano è collocato in un lembo di pianura fra Nure e Trebbia, a poco più di 10 km da Piacenza.

Perché visitarla

Il territorio di Podenzano è stato abitato fin dai tempi più antichi, con insediamenti terramaricoli prima e poi la presenza dei Galli, dei Romani, dei longobardi (in questo periodo parte del territorio apparteneva al Monastero di San Colombano di Bobbio). Dall’epoca medievale sono le famiglie Malaspina e Anguissola che segnano la storia di quest’area . Numerosi castelli e ville (quasi tutti ancora oggi di proprietà privata e non visitabili) rimangono a ricordo dei secoli passati.
Grazie alla sua posizione geografica il territorio di Podenzano ha conosciuto un fiorente sviluppo industriale e commerciale. 
L’agricoltura, da sempre vocazione del territorio, è ancora oggi praticata e valorizzata, e si lega soprattutto  alla coltivazione e trasformazione del pomodoro da salsa e alla presenza di allevamenti e aziende agricole, anche con vendita diretta, perfette per l’acquisto di salume e formaggi e prodotti agricoli locali.

Quando andarci e cosa vedere

La primavera e l’autunno sono i mesi migliori dal punto di vista climatico, ma in estate si svolgono nel territorio numerose feste legate all’enogastronomia, ed in ogni stagione si organizzano marce non competitive che richiamano folti gruppi di sportivi e amatori. 
Da vedere: dall’esterno, l’antico Castello costruito dai Malaspina nel 1152, più volte modificato, oggi sede comunale. 
La Chiesa parrocchiale di S. Germano e San Giovanni Bosco,  ricostruita in stile neoromanico fra il 1934 e il 1940, affrescata dal pittore piacentino Luciano Ricchetti. In alcune occasioni apre anche l’antico Oratorio di San Giacomo delle Caselle, costruito fra XI e XII secolo e recentemente restaurato.

Sulla tavola

Tortelli con la coda, pisarei e fasö non possono mancare in un menù tradizionale, così come un antipasto o una ricca merenda devono prevedere i salumi D.O.P. piacentini (coppa, salame e pancetta) e magari anche i formaggi locali.
Qualche anno fa un locale salumificio ha aggiunto all’elenco degli apprezzati salumi piacentini un nuovo insaccato, il Saviotto, una variante del fiocco di prosciutto (o di spalla), stagionato seguendo la lavorazione del prosciutto crudo.

Per tenersi in forma

Il territorio comunale, completamente pianeggiante, è attraversato da sentieri facili, da percorrere a piedi o in bicicletta. I principali, di grande interesse naturalistico (corredati di pannelli che illustrano il territorio), si inoltrano nell’area golenale del torrente Nure, fino a raggiungere San Giorgio le colline di Vigolzone e Ponte dell’Olio. 

Appuntamenti di rilievo

Carnevale in Val Nure-Val Chero
Nel mese di giugno si svolge L’Acchiappasorrisi, una rassegna teatrale dedicata ai bambini.
A Luglio si svolge la Festa legata al Pomodoro piacentino, prodotto principe di questa zona.
Nel corso della stagione estiva e autunnale sia Podenzano che le località del territorio sono teatro di feste e sagre: appuntamenti con la musica dal vivo, anche tradizionale, danze ed enogastronomia..

Nei dintorni

In direzione di Grazzano Visconti si raggiunge Maiano, dove si trova la chiesetta medievale dedicata ai Santi Ippolito e Cassiano
Appena fuori Gariga si trova la Corte Faggiola, complesso di edifici rurali risalente al 1900. Il complesso recentemente recuperato è adatto ad ospitare convegni, conferenze
A San Polo si visita la chiesa di San Paolo, con opere di pregio di Alberto Aspetti e Nazzareno Sidoli

Può interessarti anche

Località
Nato dall’unione di Nibbiano, Pecorara e Caminata questo comune sorge in area collinare, immerso in un paesaggio naturalistico suggestivo ricco di aree boschive e
Località
Sulle dolci pendici della val Luretta sorge il centro abitato di Piozzano a sud del capoluogo.Perché visitarlaUn ambiente collinare diviso tra natura e coltura
Località
Il comune, a chiara vocazione agricola – i fagioli sono la coltivazione locale tipica – si trova a pochi chilometri dall’uscita dell’Autostrada di Fiorenzuola